indirizzo: Via Ciorla 3, Scanno

Orario: Non visitabile

Descrizione

L’edificio,  è suddiviso in quattro livelli ed impostato su una corte interna, come la maggior parte dei palazzi di Scanno. La facciata, a intonaco bianco, è scandita da una successione di finestre, rifinite superiormente con cornici mistilinee ed è impreziosita dal ricercato portale d’ingresso, che ne costituisce l’elemento qualificante. Posto in posizione asimmetrica, a destra di tutto l’insieme, presenta ai lati due paraste, decorate  con motivi floreali e vegetali, profilate da una cornice che oltre l’imposta dell’arco, a sesto ribassato, prosegue sviluppandosi sia a destra che a sinistra con ornati a volute vegetali e dalla marcata modanatura. Sopra la chiave d’arco, il ridondante stemma gentilizio dei De Angelis  raffigura al centro l’Arcangelo Michele mentre uccide il drago e si conclude con una corona. In basso è scolpita la data, 1766.

Note Storiche

Il palazzo De Angelis colpisce per il suo elaborato portale, tra i più interessanti esempi della decorazione scultorea di epoca sei-settecentesca che caratterizza in maniera diffusa e varia le facciate di tanti edifici civili scannesi – testimonianza della prosperità economica raggiunta in quel periodo dal borgo. Insieme alla via omonima, prende il nome dall’illustre famiglia baronale che in passato ne era proprietaria. Incerta è la data di costruzione dell’edificio: una bifora visibile nel cortile interno ed alcuni altri elementi architettonici ne farebbero risalire l’origine al XV secolo; il palazzo ha però subito rimaneggiamenti in epoche successive, in particolare nel Settecento, quando assunse le forme che oggi si ammirano.