indirizzo: Largo dell'Olmo, Scanno

Descrizione

La porta, in conci di pietra squadrata, presenta  una volta a botte ribassata e si conclude con un tetto a due falde. Il vano collocato superiormente è parte oggi di un’abitazione privata. Sul prospetto interno della porta, poco al di sopra dell’imposta, a destra, è ancora oggi visibile uno degli antichi cardini. Entrando nella zona detta Terra Vecchia, sopra la porta si scorge una costruzione alta e stretta che potrebbe essere la “Torre antica” indicata nell’incisione del Pacichelli (1692), forse una casa-torre parte dello scomparso palazzo Baronale, sul cui sito si presume sia stato costruito l’attuale palazzo Di Rienzo, poco distante. 

Note Storiche

Situato nei pressi del largo dell’Olmo e della chiesa di Sant’Eustachio, da cui prende il nome, era una delle tre più antiche porte di Scanno e dava accesso al nucleo medievale originario, sito nella parte più alta del borgo, detta ancora oggi Terra Vecchia. Le altre vennero abbattute, assieme alla primitiva cinta muraria, nel 1909 per consentire la costruzione della rotabile per Villetta Barrea.